Dove ci porta il viaggio?
Non soltanto persone comuni o chi viaggia per affari o vacanza si pone la questione.

E’ anche la domanda degli albergatori, la domanda di chi offre un servizio di accoglienza, tanto di più nelle città italiane, votate per DNA al turismo e alla ricezione di ospiti da tutto il mondo.

Insieme ad essa emergono anche altre questioni, come quella del trend nella concezione di nuovi alloggi e dei servizi da offrire.
Ancor di più la ricerca si amplia nel capire quali sono le idee che occorrono per attirare gli ospiti dell’oggi ma anche quelli del domani.

Così come nella moda non prevale più uno stile univoco, nell’hotellerie emerge una dedizione a ricercare stili sempre più individuali e caratteriali.

Hotel, alberghi e residenze di charme vengono creati o rinnovati con l’intenzione di sottolineare ed accogliere personalità uniche.

Con la vocazione di regalare ai propri ospiti delle esperienze uniche.

Si rende quindi necessario raccontare tutto ciò in maniera altrettanto unica, superando il problema del confluire di tutta la comunicazione di settore all’interno di canali ormai sempre più massivi, uniformanti e standardizzati.

Questo confluire nel “mare magnum” comune disperde e vanifica tutti gli sforzi fatti per rendere personale ed attraente la propria offerta perché, nella maggioranza dei casi, si investe molto nella “produzione” del sogno ma non abbastanza nella “comunicazione” dello stesso.

La comunicazione dell’identità e della differenza emerge solo se avviene tramite il lavoro di un professionista specializzato.

Non deve essere frutto dell’improvvisazione.

Mi è capitato più volte nel corso della mia carriera di realizzare servizi fotografici per hotel importanti, che necessitavano di riprendere e rivedere lavori portati a termine con leggerezza da altri fotografi.
Forse troppo standardizzati poiché legati solo alla piccola economia investita. Alla fine, a detta del cliente, non erano riusciti a comunicare la personalità e l’unicità dei luoghi e degli ambienti.

A conti fatti la figura del fotografo professionista, specializzato nella fotografia di architettura, di accoglienza e dei suoi interni, risulta strategica per ottimizzare l’investimento fatto e comunicarlo al meglio e con il dovuto ritorno, affrontando degnamente la sfida con i propri competitor.

In città come Venezia, Padova, Treviso, Verona questa scelta diventa strategica non di meno di qualsiasi altra città d’arte e turismo in Italia.

Giovanni Cecchinato è fotografo professionista dal 2000 e alterna il suo lavoro specialistico con la produzione artistica e l’organizzazione di manifestazioni fotografiche a Venezia.

 

La fotografia per hotel esclusivi

e servizi fotografici per residenze di charme

In corso a Novara l’esposizione di “Città Monumento Territorio”
a cura del prof. Riccardo Caldura dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.
A Casa Bossi fino al 3 di Novembre 2019.
Ingresso per appuntamento.